AGENTI CHIMICI PERICOLOSI

Schermata 2018-11-16 alle 10.50.00

Inail, focal point Italia della Campagna europea 2018-2019 di EU-OSHA “salute e sicurezza nei luoghi di lavoro in presenza di sostanze pericolose”, ha pubblicato un opuscolo sui rischi e pericoli derivanti dall’utilizzo di agenti chimici nei luoghi di lavoro.

Il rischio chimico all’interno degli ambienti lavorativi è molto più diffuso di quanto si possa credere, infatti, non ne sono interessate esclusivamente le industrie chimiche o le raffinerie, o i laboratori di ricerca e sintesi, bensì una più vasta casistica di attività lavorative. Basti pensare che tali sostanze sono presenti in molti dei prodotti utilizzati quotidianamente (detergenti, detersivi, mobili, capi di abbigliamento,..).

Responsabilità del datore di lavoro è effettuare una valutazione del rischio da agenti chimici al fine di adottare azioni preventive, correttive o di bonifica nell’ambiente lavorativo a garanzia della salute e sicurezza degli occupanti.

Gli effetti causati da un’esposizione ad agenti chimici possono essere più o meno gravi (intossicazione, malattia professionale, morte) e manifestarsi immediatamente o dopo periodi di tempo più o meno prolungati.

E’ dunque fondamentale monitorare l’ambiente per mantenere la concentrazione degli inquinanti al di sotto dei valori limite di esposizione professionale che il D.Lgs. 81/2008 definisce come:

“il limite della concentrazione media ponderata nel tempo di un agente chimico nell’aria all’interno della zona di respirazione in relazione ad un determinato periodo di riferimento”.

Clicca qui per scaricare l’opuscolo INAIL.

Iscriviti alla newsletter