Nuvap partecipa a DIDACTA Italia 2018, 18-20 Ottobre

didacta-647x380

Nuvap partecipa dal 18 al 20 Ottobre a Didacta, il più importante appuntamento dedicato al mondo della scuola.

L’evento riunisce rappresentanti istituzionali, docenti, dirigenti scolastici, educatori e formatori, oltre a professionisti e imprenditori operanti nel settore della scuola e della tecnologia con l’obiettivo di informare ed affrontare tutte le tematiche che gravitano sul mondo dell’istruzione, dall’area tecnologica a quella scientifica e umanistica, fino allo spazio d’apprendimento.

Nuvap è presente al Padiglione Spadolini, stand n.146 insieme al proprio partner PCCenter e nella mattina del 19 Ottobre, nell’ambito del “WorkShop Indoor Air Quality: scuole salubri e sicure”, espone la propria soluzione Nuvap ProSystem per il monitoraggio degli agenti inquinanti negli ambienti indoor. Al workshop interviene il Dr Gaetano Settimo, coordinatore del Gruppo di Studio Nazionale Inquinamento Indoor, Dipartimento Ambiente e Salute ISS.

La qualità ambientale all’interno degli edifici è un tema sempre più discusso, ricerche europee hanno dimostrato la diretta correlazione tra insalubrità dell’aria indoor e patologie cronico-degenerative, tra cui quelle cardiovascolari, respiratorie e tumorali. I rischi sono principalmente legati ad una esposizione continua e prolungata nel tempo a sostanze tossiche e gli inquinanti che si riscontrano più frequentemente nelle scuole sono VOC, Gas Radon, Polveri, Elettromagnetismo e altri gas residui di combustione.

Le scuole sono uno dei pochi luoghi i cui occupanti vi trascorrono circa un terzo della propria giornata, oltre alle abitazioni e ai luoghi di lavoro. É dunque naturale porsi il problema della qualità dell’aria respirata nelle classi di ogni ordine e grado, soprattutto trattandosi di soggetti vulnerabili.

A compromettere la qualità ambientale non sono tanto il clima e la qualità dell’aria esterna, ma soprattutto i materiali utilizzati per la costruzione degli edifici, l’arredo, il sistema di ventilazione nonché i modelli di comportamento adottati dagli occupanti stessi.

Ognuno di questi elementi renderebbe gli istituti scolastici un ricettacolo di inquinanti che vanno a minacciare le capacità cognitive e lo stato di salute degli occupanti, generando una diminuzione della frequenza scolastica, una riduzione del rendimento degli studenti, un aumento del tasso di assenteismo di alunni e personale.

Inoltre una cattiva qualità ambientale determina un più rapido deterioramento delle costruzioni, diminuendo l’efficienza degli impianti scolastici e delle attrezzature.

Clicca qui per scaricare la brochure sulla soluzione ProSystem di Nuvap per le scuole

Iscriviti alla newsletter