Prendiamoci cura dell’aria che respiriamo!

Pubblicato in News Tag: , ,

Nuvap ti offre un percorso facilitato per gestire la salubrità dell’aria indoor. 

Nel mese di Novembre potrai acquistare uno dei modelli della serie ProSystem a condizioni esclusive. Ti sarà riservata una quotazione speciale ed un percorso di accompagnamento per i primi 2 mesi.

Avrai la possibilità di ricevere una serie di servizi personalizzati, che ti consentiranno di allargare la tua conoscenza del tema della salubrità dell’aria indoor e che ti guideranno nell’esperienza di utilizzo delle soluzioni Nuvap, rendendole ancor più semplici ed efficaci.

Questo è il contributo di Nuvap, per facilitare l’avvio o l’approfondimento del tuo progetto di gestione della salubrità ambientale indoor.

Contattaci per maggiori informazioni.

Inquinamento indoor, nemico della salute.
Prendiamoci cura dell’aria che respiriamo!

Oggi più che mai è necessario essere consapevoli dell’importanza che la salubrità dell’aria indoor riveste per tutti noi: cittadini, studenti, lavoratori, aziende, enti e comunità pubbliche e private.

Per troppo tempo c’è stata un’insufficiente consapevolezza riguardo all’alto livello di inquinamento dell’aria indoor. Trascorriamo ogni giorno in media il 90% del nostro tempo al chiuso, senza sapere che gli ambienti confinati sono più inquinati degli spazi aperti. La maggior parte degli studi in letteratura ha infatti rilevato una concentrazione di inquinanti dell’aria interna di molto superiore a quella relativa all’ambiente esterno e come lo stesso Ministero della salute riporta sul proprio sito, “l’inquinamento dell’aria indoor influisce negativamente sulla salute della popolazione e sulla produttività”.

Il monitoraggio continuo difende la salubrità dell’aria indoor, nell’epoca del Covid-19

Le linee guida dettate dai principali organismi internazionali e nazionali, tra i quali l’Organizzazione Mondiale della Sanità e l’Istituto Superiore di Sanità, indicano il ricambio e la sanificazione dell’aria, tra i principali interventi necessari per il contenimento della diffusione del coronavirus all’interno degli ambienti confinati. L’uso ripetuto di detergenti e disinfettanti, insieme alle frequenti sanificazioni hanno tuttavia effetti non trascurabili sulla salubrità dell’aria all’interno degli ambienti chiusi, in quanto generano un sensibile incremento di inquinanti dannosi per la salute, quali l’ozono e alcohol. In questa situazione, il monitoraggio continuo della qualità dell’aria indoor diventa strumento indispensabile per intercettare la presenza di tali inquinanti chimici e attivare i necessari interventi.

La Salubrità dell’aria indoor è un asset strategico

In passato ci siamo preoccupati del confort negli edifici, monitorando i parametri micro-climatici, in particolare temperatura ed umidità. Ma l’impatto dell’inquinamento indoor va ben oltre questo aspetto. La Salute, il Benessere, la Sicurezza nelle case, nei luoghi di lavoro e negli altri ambienti chiusi dove trascorriamo il nostro tempo, sono un valore inestimabile al quale non possiamo rinunciare e per il quale dobbiamo impegnarci nella gestione della salubrità dell’aria indoor. Non possiamo trascurare tuttavia neanche il notevole impatto economico che la salubrità dell’aria indoor può avere per i singoli, per le imprese e per l’intera società.

La qualità dell’aria indoor incide in modo significativo sulla produttività dei lavoratori, come molti studi dimostrano, sull’assenteismo per malattia e sulle spese sanitarie. Una ricerca condotta nel 2019 da HBR mostra che per il 58% degli intervistati, la qualità dell’aria è il primo tra gli elementi che i lavoratori ritengono fondamentali nei luoghi di lavoro. Ugualmente, il valore degli immobili che tutelano la sostenibilità ed il benessere è sensibilmente maggiore rispetto a quelli in cui tali valori non sono curati.

I BENEFICI DI UNA GESTIONE CONSAPEVOLE DELL’IAQ RICADONO SU MOLTEPLICI STAKEHOLDER.

L’inquinamento indoor si può gestire

Possiamo purtroppo solo contribuire a ridurre l’inquinamento esterno, ma possiamo gestire in modo sostanziale la salubrità dell’aria indoor.

Sono diverse le strade e le soluzioni possibili. I primi, importanti interventi propedeutici alla salubrità dell’aria indoor sono connessi ad una progettazione ed edilizia sostenibile e certificata dell’ambiente costruito. Sappiamo infatti che parte degli inquinanti presenti negli ambienti chiusi viene generata dall’edificio e dai materiali da costruzione.

Un secondo punto di attenzione riguarda l’importanza della ventilazione, che riduce la concentrazione degli inquinanti e permette di controllare la temperatura e l’umidità all’interno degli edifici. Sono numerosi gli studi che hanno individuato una relazione tra la ventilazione delle case e le condizioni di salute delle persone che le abitano.

Di pari importanza è il controllo dell’umidità relativa, che impatta sulla proliferazione di microrganismi come batteri e funghi, in particolare delle muffe. L’inquinamento dell’aria da parte di questi organismi ha effetti sul sistema respiratorio, provoca allergie e asma, ma anche disturbi a livello del sistema immunitario. Nei Paesi industrializzati si calcola che circa il 13% delle asme croniche nei bambini è determinato da un eccesso di umidità negli edifici.

Ulteriori possibilità di intervento riguardano la sanificazione, la depurazione dell’aria e l’eliminazione delle sorgenti di inquinamento. Spesso si rivelano fonti di inquinanti nocivi gli arredi, i rivestimenti e le attrezzature presenti all’interno dell’edificio.

Da non trascurare la rilevanza di un’adeguata manutenzione degli impianti. I sistemi di ventilazione e di condizionamento, se non sottoposti ad una corretta manutenzione e non correttamente utilizzati, possono essere dannosi perché possono portare all’interno degli edifici un eccesso di umidità, di sostanze chimiche dannose o di microrganismi.

Il monitoraggio continuo dell’aria indoor: il primo, indispensabile passo per gestire l’inquinamento indoor 

Nuvap ha sviluppato una piattaforma brevettata per il monitoraggio continuo della salubrità dell’aria indoor. Si tratta di dispositivi multi-sensore compatti ed integrati, appoggiati su una piattaforma cloud che raccoglie i dati, li analizza, li valida e li comunica attraverso diverse interfacce (APP, WEB, API).

Molti sono i vantaggi offerti dalle soluzioni di monitoraggio continuo Nuvap. La possibilità di rilevare un ampio numero di parametri ed effettuare un’analisi dinamica e capillare. Un’esperienza d’uso semplificata e l’accesso a dati affidabili e validati. E, ancor più importante, il monitoraggio continuo consente di studiare come variano gli inquinanti nel tempo e nei diversi luoghi e di individuare dunque le conseguenti cause e soluzioni.    

Questo programma è dedicato a chi è già partito o vuole accelerare il viaggio verso salute, benessere, valore!

Contattaci!

skypefacebooklinkedininstagramtwitter