La qualità ambientale indoor nel Settore dell’Hospitality

MercatoNews

Già negli scorsi anni si stava sviluppando il turismo del benessere (Wellness Tourism), che riguarda i viaggi intrapresi con l’obiettivo di mantenere o incrementare il benessere del viaggiatore. Questo mercato aveva già nel 2019 delle cifre importanti (639 miliardi di dollari nel 2017, con una proiezione a raggiungere 919 miliardi di dollari nel 2022) e cresceva 2 volte più velocemente del turismo globale. La qualità ambientale stava emergendo come elemento distintivo delle strutture di ospitalità che volevano attrarre gli ospiti che viaggiano alla ricerca dello stare-bene, ma è diventata una necessità, che va curata e comunicata adeguatamente, per assicurare la continuità delle attività alberghiere.

 

Oggi la salubrità ambientale è un attributo fondamentale, che determina l’operatività di una struttura alberghiera.

 

In Europa affondano le radici storiche del benessere e gli Europei sono i consumatori più sofisticati dello stare-bene. Nel 2019 l’Italia risultava decima nella Top 10 mondiale dei paesi che hanno un’offerta per i viaggiatori che scelgono le mete in funzione dello stare bene. Molte destinazioni hanno iniziato negli anni scorsi a sviluppare un’offerta più autentica, legata al territorio e molte strutture ricettive già puntavano sulla salubrità, integrando intimamente questo valore nella propria proposta ai clienti (progettazione, design, servizi, programmi di sostenibilità).

La proposta di salubrità

Gli elementi con un maggiore impatto sulla salubrità sono l’acqua, il cibo, l’ambiente in generale. Rispetto alla qualità ambientale, l’inquinamento desta molte preoccupazioni e benché non si possa facilmente influire sull’ambiente esterno, molto si può fare per migliorare la qualità ambientale indoor:

  1. evitando che l’inquinamento entri negli ambienti dall’esterno (inquinamento atmosferico, agenti patogeni, …);
  2. agendo affinché ulteriori inquinanti non siano generati dalle attività che si svolgono negli ambienti quotidianamente (uso di detergenti, sanificazione, materiali impiegati, uso degli impianti,..);
  3. promuovendo comportamenti virtuosi, che contribuiscano alla sostenibilità della struttura.

Nuvap consente di monitorare la qualità ambientale in maniera automatica ed efficiente, attraverso ProSystem, l’unica soluzione integrata e compatta per il monitoraggio continuo di 26 parametri ambientali (inquinanti chimici e fisici). La maggior parte degli inquinanti è impercettibile prima che raggiunga una concentrazione troppo alta per essere gestita. L’impegno a garantire un ambiente salubre, allora, deve essere dimostrato e comunicato in maniera concreta e semplice..

Nuvap offre due programmi per comunicare la salubrità della tua struttura in maniera semplice, grazie a una soluzione pensata solo per gli hotel.

Altri articoli

Menu